Arredare con Piante e Fiori

fioriera
Arredare con gusto significa anche personalizzare la vostra abitazione con dettagli colorati, come i fiori. Realizzare una composizione floreale non è difficile, riutilizzando semplicemente oggetti che avete in casa come candelieri, bottiglie, vasi inutilizzati e perfino il pane.

ROSELLINE A COLORI

DI COSA AVETE BISOGNO?

1 contenitore; nastro adesivo; fil di ferro; spugna sintetica; roselline medie color arancio; roselline medie color bianco; muschio nordico.

COME PROCEDERE?

  1. Posizionate la spugna bagnata dentro al contenitore, in modo che superi il bordo di circa due dita.
  2. Tagliate i gambi delle rose della lunghezza di circa 10 cm e puliteli molto bene. Cominciate ad inserire i fiori in diagonale, riempite un angolo di rose arancio e l’angolo opposto di rose bianche. Non posizionate i fiori tutto sullo stesso piano: una lavorazione “dentro e fuori” darà movimento alla composizione.
  3. Ricoprite con il muschio gli spazi di spugna scoperti.

CANDELIERI IN VETRO

Una coppia di candelieri in vetro trasparente, ben si adatta ad essere impiegata sia come centrotavola che come decorazione per una scrivania o un piccolo tavolo.

DI COSA AVETE BISOGNO?

2 candelieri alti ca. 25 cm; spugna sintetica; rete; fil di ferro verde; 1 candela; Miriocladius; rose aperte; boccioli di rosa; ederina variegata; Lysianthus;roselline; bosso.

COME PROCEDERE?

Primo candeliere: tagliate una spugna a metà e dividete una delle parti in due pezzi. Quindi,stendete una porzione di rete che avvolga i pezzi di spugna e chiudetela intorno ad essi. Legate in alto il festoncino con il fil di ferro verde e sistematelo dandogli un andamento sinuoso attorno al candeliere.
Tagliate punte di Miriocladius e di ederina variegata e riempite tutta la spugna davanti e dietro coprendo anche l’attaccatura e il fil di ferro. Inserite i fiori lungo tutto il festone.
Secondo candeliere: tagliate un piccolo pezzo di rete e sistematevi dei ritagli di spugna, chiudete la rete e avvolgetela attorno al portacandela, legandola all’estremità con del fil di ferro verde.
Tagliate cortissimi rametti di bosso e infilateli nella coroncina fino a coprirla completamente; poi scegliete fiori molto piccoli e sistemateli qua e là.

GIALLO GIRASOLE

Il colore del contenitore deve armonizzarsi con quello della composizione.

DI COSA AVETE BISOGNO?

1 vaso di forma particolare color giallo-sole; spugna sintetica; 10 girasoli piuttosto piccoli; 1 mazzo di solidago.

COME PROCEDERE?

  1. Inserite i girasoli, tagliandoli gli steli a misura,in modo che possano ricadere a sinistra,oltre il bordo del vaso e, al centro, salire verso l’alto con la corolla più importante. Fate assumere ai girasoli posizioni diverse,in modo che le corolle non siano tutte rivolte verso di voi.
  2. Le infiorescenze giallo-verdi di solidago serviranno a legare i fiori tra loro,a riempire gli spazi e anche a dar maggiore profondità.

BOTTIGLIA FANTASIA

Realizzare un’elegante composizione fai-da-te è molto semplice: occorrono ad esempio due bottiglioni, qualche rametto di rosmarino,erbe di campo e tulipani. Queste composizioni non richiedono molto tempo da spendere costituendo un’originale decorazione per i vostri spazi.

DI COSA AVETE BISOGNO?

1 bottiglione verde; spugna sintetica; fil di ferro verde; rete; qualche ramo di rosmarino fiorito; tulipani rossi e gialli; erbe di campo; qualche ramo di mahonia fiorita; rametti di viburnum fiorito.

COME PROCEDERE?

  1. Tagliate una spugna in tre parti e da una di queste ricavate un cubo; arrotondatelo e premetelo sul collo della bottiglia. Chiudete con del fil di ferro stretto intorno al collo del bottiglione.
  2. Posizionate i rami di rosmarino in un angolo verso l’alto e, nell’angolo opposto, verso il basso. Mettete alcuni rametti corti nel centro della spugna a raccordare due rami in diagonale. Allo stesso modo posizionate i rametti corti di Mahonia, di Viburnum e di erbe di campo fino a completare una metà della spugna. La mezza spugna rimasta vuota, dovrà accogliere sei o sette tulipani dai gambi di lunghezza diversa.
  3. Coprite spugna e rete con figlie di Mahonia.

 

PANE E TULIPANI

DI COSA AVETE BISOGNO?

2kg di pane; 1 sottovaso di 12/14 cm di diametro; rete metallica; spugna sintetica; nastro adesivo; stecchi di legno; 10 tulipani o margherite; 5 zucchine tonde; 5/6 rami di rosmarino; 10 cipollotti piccoli; 10 agli.

COME PROCEDERE?

  1. Disponete la spugna all’interno del sottovaso, arrotondatela e avvolgetela con la rete fissandola con cura. Scavate la crosta del pane fino a ottenere lo spazio per contenere la vaschetta, posizionatela e fissatela bene al pane con il nastro adesivo.
  2. Scegliete tre o quattro rami curvi di rosmarino e posizionateli nella spugna,rivolti verso l’alto.
  3. Inserite gli stecchi di legno negli agli, nelle zucchine e nei cipollotti, poi posizionateli a gruppi. Disponete tutte le verdure allo stesso modo, facendo attenzione che non siano della stessa altezza,ma che risultino leggermente sovrapposte.
  4. Sistemate i tulipani negli spazi rimasti. Lasciate che i più alti si allunghino vicino ai rami di rosmarino, mentre gli altri, tagliati più corti, devono risaltare nella parte centrale della composizione.

DISPORRE LE PIANTE DA INTERNO

COME DISPORLE?

Bisogna tener conto della loro adattabilità al luogo in cui desideriamo inserirle. Nel bagno, possiamo sistemare delle felci, perchè hanno bisogno di un ambiente caldo-umido. Mentre sulle scale, sempre povere di luce, è bene sistemare alcune varietà di Ficus o una Fatsia. Negli appartamento, bisogna sempre fare i conti con il cado secco dei termosifoni e disporre le piante in modo tale da non creare loro scompensi, essendo abituate a vivere in climi molto umidi (la maggior parte delle piante che teniamo in casa provengono dalle zone tropicali). Un ulteriore problema da tener presente è l’abbassamento brusco della temperatura a seguito dello spegnimento dei termosifoni durante la notte nel periodo invernale; la conseguenza è il rallentamento dello sviluppo vegetativo delle piante. I locali illuminati sono i migliori luoghi in cui sistemare le proprie piante, ma, allo stesso tempo, l’esposizione diretta ai raggi solari può essere pericolosa in quanto le piante possono subire delle ustioni (soprattutto i Ficus da tenere all’aperto, ma in zone ombreggiate nei periodi estivi).

COME SCEGLIERLE?

L’acquisto di una pianta deve dipendere dai propri gusti personali e dalla dimora in cui risiederà. Se in casa si hanno luoghi poco illuminati, occorre scegliere quelle che più si adattano a tali caratteristiche scegliendo tra quelle che più si addicono ai vostri gusti personali. Una volta scelta la pianta,controllate che le foglie siano sane: nè troppo chiare, nè troppo scure; nè troppo diritte,nè arrotolate. Sulla pagina inferiore non devono esserci parassiti. Insomma,controllate che la pianta sia nel miglior stato possibile di salute. Un ultimo consiglio che vi diamo è controllare se le radici fuoriescono dai fori; se ciò accade vuol dire che la pianta è certamente costretta nel vaso,quindi sofferente e non sarà un buon acquisto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *