Pavimenti e Rivestimenti per la Cucina

piastrelle cucina
E’ importante che per pareti e pavimento si scelgano materiali affascinanti, salutari, duraturi e resistenti a tutto. La capacità espressiva di un pavimento è innanzitutto legata al materiale scelto per il rivestimento, ma altrettanto importante per il risultato finale è la scelta della composizione.

Ogni materiale ha dei suoi formati standard, legati alle proprie caratteristiche fisiche, a problemi di taglio e lavorazione e anche consolidate tradizioni da cui discendono diversi tipi di composizione.

Generalmente l’uso comune vuole che la scelta ricade su materiali abituali, come ceramiche a pavimento e a parete, con ampia possibilità di disegni e colori. Non dimenticate materiali altrettanto validi come marmi, pietre, parquet e cotto.

Anche il parquet e il legno possono trovare spazio in cucina a pavimento o sulle pareti. Oggi le tecniche di fabbricazione e lucidatura rendono la superficie del parquet resistente all’acqua e alle macchie grasse. Inoltre è in grado di assorbire umidità, per rendere la cucina un ambiente più intimo.

Se preferite una ceramica bella e gradevole il grès porcellanato smaltato deriva da una tecnologia ceramica avanzata che parte da argille selezionate e poi sintetizzate, da smalti speciali, e si conclude con una cottura ad alta temperatura; il risultato è una ceramica, appunto, durevole, resistente all’abrasione e al calpestio.

Il cotto invece è il materiale che esprime i valori della cultura umana. E’ fatto di componenti naturali, ma ha sempre bisogno dell’intervento dell’uomo. Si presenta con diversi aspetti, con colori, grane e formati diversi, incarnando una presenza qualificante, omaggio simbolico alle antiche tradizioni. Il cotto si presta a realizzare bellissime superfici, soprattutto in cucina, giocando su colori e decori. La superficie della piastrella in cotto può essere trattata con disegni a rilievo o scaviati e con smalti colorati. Il cotto smaltato ha una grande potenzialità, ma non dobbiamo trascurare le potenzialità decorative insite nell’accostamento di cotti naturali diversi nella colorazione, perché ottenuti da diversi tipi di argilla. Quindi, il gusto più tradizionale fa preferire materiali più naturali e caldi come il cotto.

Per le pavimentazioni della cucina è molto adatta la scelta del cotto, in quanto resistente all’umidità. La scelta del cotto consente inoltre interessanti interventi di personalizzazione, con l’inserimento nel pavimento di elementi decorativi che possono essere ripresi sulle pareti e sui piani d’appoggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *