Pulire i Tappeti

tappeto
Il tappeto è un ottimo elemento da arredo che dona un’atmosfera accogliente e calda alle nostre case; funge da calamita per tutte quelle sostanze come, polvere e smog, che circolano nell’aria depositandosi su di essi e formando una patina di grasso. Occorre osservare alcune semplici regole per prolungare la durata di un tappeto, in altre parole renderlo più morbido e pulito dalle macchie più resistenti.

Pulire i Tappeti Moderni

Pulire i tappeti di lana passando su entrambi i lati l’aspirapolvere. Aspirate spesso i tappeti di pelliccia perché accumulano molta polvere. Per spolverare i tappeti moderni potete anche batterli sul retro con un battitappeti. Lavate i tappetini di gomma con acqua e sapone e ogni tanto con acqua e succo di limone: eviterà che diventino scivolosi. Fate sempre asciugare prima di appoggiarli per terra, altrimenti si attaccheranno sul pavimento sporcandosi. Potete lavare i tappetini di corda con acqua e sapone; sciacquate e asciugate. Per pulirli a fondo potete cospargerli di crusca e lasciar agire.

Girate periodicamente i tappeti e scambiateli di posto perché solo in questo modo eviteranno di consumarsi in modo irregolare e non uniforme.

Pulire i Tappeti Persiani

Eliminate lo sporco passando l’aspirapolvere su entrambi i lati, cercando di seguire la direzione del pelo. Passatelo più volte in modo da eliminare bene lo sporco; oppure potete spazzarli con una scopa a setole dure, ovviamente con molta forza e raccogliete lo sporco su un lato. Ravvivate i colori sfregando delicatamente con uno straccio inumidito con acqua e ammoniaca o acqua e aceto, seguendo sempre la direzione del pelo. Fate in modo che il tappeto sia asciutto prima di camminarci sopra. Un altro modo per pulirli è quello di utilizzare lo shampoo o la schiuma secca: ma state attenti a non impregnare il tappeto e di aspirare ogni residuo con un aspirapolvere. I tappeti persiani non vanno esposti al sole, che ne danneggia il tessuto, né battuti con il battipanni, che ne potrebbe rovinare le fibre. Per mantenerli in buono stato cercate di non appoggiarli sopra i mobili e non scuoterli tirandoli da un’estremità. State molto attenti all’umidità che favorisce gravosi strappi, laddove, si forma la muffa, deteriorando le fibre.

Se volete pulire a fondo un tappeto persiano, cospargetelo di crusca o bicarbonato, smuovete un po’ e lasciate agire due ore. Poi aspirate eventuali residui di bicarbonato o crusca con utilizzate l’aspirapolvere.

Eliminare le Macchie

Spesso è difficile poter smacchiare da soli un tappeto, per questo consigliamo di rivolgervi ad un centro specializzato, soprattutto se si tratta di tappeti molto costosi o di macchie davvero difficili. E’ possibile eliminare da soli piccole macchie, soprattutto se causate da sostanze comuni con cui siamo ha contattato tutti i giorni. Ad esempio, se il vostro tappeto si è sporcato con del fango, lasciatelo seccare e spazzate nel senso del pelo con una spazzola che sia molto dura. Togliete gli eventuali residui di sporco con uno scopino aiutandovi anche con l’aspirapolvere, tamponate con acqua e saponaria. Per eliminare macchie, come ad esempio, caffè, vino, latte e cioccolata, utilizzate invece acqua tiepida con detergente e aceto. Per togliere le macchie di grasso, cera o inchiostro dovete utilizzare solo solventi specifici mentre per macchie più generiche potete realizzare una soluzione di ammoniaca e acqua tiepida.

Ricordiamo a tutti voi di considerare sempre la natura dei tappeti, prima di usare qualsiasi tipo di prodotto che potrebbe danneggiarli; provateli eventualmente in qualche angolo nascosto, dove nessuno potrà buttare il proprio sguardo. In ogni caso, non usate mai detersivi aggressivi e non insistete sulle macchie resistenti. Anche una spazzola troppo dura, passata energicamente e ripetutamente, può essere corrosiva per la parte del tappeto che volete trattare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *