Il Soppalco

soppalco

Ebbene il soppalco è uno dei tanti mezzi che vi permette di allestire sempre più i vostri spazi; ovviamente il locale o l’abitazione deve essere alta in modo adeguato da sfruttare al meglio le sue parti superiori e inferiori. In questo modo si potrà creare uno spazio ben proporzionato mediante un  “gioco” di volumi.

Permette soprattutto di rendere più ampi i vostri interni abitativi, ed è considerato per questo motivo l’elemento più prezioso che l’architetto ha a disposizione, per raggiungere tale risultato.

Viene progettato in particolar modo in ambienti moderni, ma ovviamente vi sono precisi requisiti da dover rispettare, per poterlo realizzare correttamente. Molto spesso per costruire un soppalco viene utilizzato il sistema tradizionale in muratura, soprattutto per la solidità e la capacità di adattarsi adeguatamente alle misure d’interno. Ovviamente vi sono anche degli svantaggi legati al costo e al peso della struttura.

Prestate attenzione ad intervenire su un’edilizia costruita da tempo o addirittura d’epoca; gli accorgimenti dovranno essere maggiori, per cui fate in modo che la tenuta strutturale sia costituita da travi in cemento armato. Quindi ponderate oculatamente l’uso degli ingredienti tali da poter essere utilizzati per l’allestimento del soppalco.

Ai fini della sicurezza è importante che vi sia un parapetto, completando così l’area. Per valorizzarlo basta una scala, in quanto elemento di forte personalità, adattandosi eventualmente ad  uno stile semplice che non stanca mai. Qualora i vostri spazi siano molto piccoli, non disperatevi. La migliore soluzione per voi è una scala a chiocciola, a parere di molti romantica, la cui forma si adatta bene in tutti gli spazi, conferendo all’ambiente un tocco di pratica e sana eleganza.

Il colore che dà un tocco speciale, più di ogni altro, alle aree soppalcate è l’intonaco. Molto spesso i trattamenti di finitura del legno non sono in grado di raggiungere tale obiettivo. Non trascurate un effetto importante, ovvero quello derivante dall’illuminazione, attraverso lampade di vario genere. Se l’effetto che volete ottenere consiste in un fascio di luce intenso, la lampada alogena è quella fatta apposta per voi. Se, al contrario, preferite una luce meno abbagliante, è preferibile che la lampada sia fluorescente; per una fonte luminosa più delicata, ma in grado di trasmettere grande calore, quella ad incandescenza è perfetta. E’ importante badare all’estetica illuminante, perché è attraverso di essa che si crea uno spazio accogliente e rilassante.

Se invece preferite un stile un po’ bizzarro, optate per una particolare scala che conduca all’area soppalcata; ad esempio con gradoni in legno sfalsati con sostegno in ferro e un andamento spigoloso della salita. Se invece volete dare un tocco di raffinatezza ai vostri ambienti moderni ricorrete ad una massima sobrietà delle linee ed il colore nero che verrà risaltato se disporrete di elementi d’arredo “total white”, come ad esempio le poltrone o i divani, per allegrare l’angolo conversazione. Se preferite che le linee del vostro soppalco siano sinuose e molto flussuose ricorrete ad un prezioso parquet, eventualmente costituito da legni diversi, sottolineando il ritorno al gusto per il decoro.

Curatelo nei minimi dettagli, aggiungendo eventualmente anche essenze verdi, come piante grasse, piccole e sfiziose, che donano un tocco di colore all’ambiente.

Per un ambiente rustico, l’idea di un soppalco strutturato in legno, è in grado di conferire un’espressione diversa agli ambienti. Fate in modo che anche la scala che collega al soppalco sia in legno, con ringhiera di protezione in ferro. Non sarebbe neppure una cattiva idea realizzare una zona soppalco da sfruttare per un angolo conversazione o area studio, magari che si affaccia sul soggiorno. Può essere tranquilla, se ben appartata in una zona della casa, per trascorrere del tempo in compagnia, o se volete in solitudine. Se volete creare un soppalco per un fine diverso da questi, ad esempio tramutarlo in un ambiente pratico per i figli, è anche un’ottima idea. Fate in modo che il vostro architetto progetti una valida impalcatura, per poter scegliere un design, a vostro piacimento. Una bella scala di collegamento in legno naturale, può fare per voi. In questo modo avrete creato una zona distinta per i vostri ragazzi, a cui sicuramente farà piacere, per poter trascorrere del tempo, senza dover trascurare le solite pulizie giornaliere, spesso interrotte dalla freneticità di vita dei propri pargoli. Insomma le idee sono molteplici, l’importante è che la scelta sia idonea al vostro stile di vita e rispecchi perfettamente il vostro modo di essere.

Materiali per Pavimenti

Per non incidere negativamente sulla struttura bisogna scegliere materiali che non la appesantiscano. Oggi i mercati offrono una vasta gamma di scelta di prodotti con elevata qualità, adattandosi facilmente allo stile delle vostre case.

Il legno ha sempre avuto il ruolo di protagonista nel settore edilizio, anche grazie al fatto che la sua trasformazione e lavorazione comportano un consumo energetico inferiore rispetto ad altri materiali. Il legno è noto soprattutto per i suoi toni caldi, dando un tocco di vitalità incisiva alla struttura. Il parquet tradizionale è posato su una struttura di legno, mentre il parquet a mosaico va incollato semplicemente al massetto.

I pavimenti possono anche essere rivestiti da un tessuto o dalla moquette, costituita da fibre naturali e sintetiche. Avrete una grande possibilità di scelta poiché il mercato offre molteplici modelli che più rispecchiano gli stili d’interno, con colori e disegni diversi da poter applicare a proprio piacimento. La qualità e la resistenza di una moquette dipendono da quanto è fitta la maglia, posata sia a diretto contatto con il massetto, spalmando uniformemente una colla apposita, o stendendo prima uno strato di feltro.

Un ulteriore rivestimento per i pavimenti è caratterizzato  da un principale risaliente, ovvero la gomma, che dona elasticità, con proprietà fonoassorbenti.

Le Balaustre

Ha la funzione di impedire a persone di precipitare da soppalchi o balconi, quando manca l’apposita struttura per impedire che tutto ciò avvenga. La seconda funzione è sicuramente quella di elemento decorativo, per abbellire l’ambiente circostante, sia d’interno sia d’esterno.

Devono essere rispettate certe regole nella sua costruzione, per assolvere la funzione principale, ovvero quella protettiva.

Bisogna tenere conto delle altezze dei parapetti (stabilita a cm 110 dal Regolamento edilizio di Milano, e comunque non inferiore a cm 90) e della rigidità e tenuta della struttura (prevedendo un ancoraggio stabile alle muratura circostanti). I disegni proposti possono essere variabili; molto spesso, per progettare una balaustra per interni, l’elemento strutturale è costituito da un tubo a sezione quadrata, ma non l’unico. Per le balaustre sono idonee, nella sua progettistica, anche colonnine elegantemente sagomate. Molto spesso anche una scala con balaustre in legno è davvero efficace e preziosa. La balaustra può anche essere in ferro e acciaio o in ferro e legno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *